appartamento-ibiza

Un sogno chiamato Ibiza

Le mie vacanze a Ibiza
Le vacanze a Ibiza sono state le più belle della mia vita per le spiagge, i paesaggi, per i numerosi luoghi da visitare e anche per le strutture turistiche che sanno come conquistare un viaggiatore e farlo tornare al più presto.
Ibiza non è solo il sogno di chi vuole divertirsi nei locali alla moda e nelle discoteche come il Pasha, l’Amnesia o l’Eden, che pure sono tra quelle più famose del Mediterraneo, ma anche perché riesce a offrire una serie di opportunità per fare escursioni che permettano di conoscere il territorio e la gente.La scelta di un appartamento vacanze
Prima di partire ho pensato di prenotare e affittare un appartamento ad Ibiza per le vacanze, in quanto volevo vivere una vacanza all’insegna di una maggiore libertà e di una dimensione più intima.
Consiglio a tutti di affittare un appartamento perché ho riscontrato l’eleganza, i comfort e il servizio in generale molto efficiente.
La zona dell’appartamento che ho scelto era quella più centrale nei pressi di Playa d’en Bossa, a poca distanza dalla spiaggia e dai vari locali, negozi e servizi. I prezzi sono accessibili e la mia vacanza è stata allietata ancora di più dalla sistemazione molto soddisfacente.

Le spiagge di Ibiza
Le spiagge di Ibiza sono diverse e accontentano le preferenze di tutti i turisti in termini di attrezzature, possibilità di fare sport sulla spiaggia o acquatici. Tra quelle che ho più apprezzato c’è appunto Playa d’en Bossa, Santa Eularia del Rio, che ha un’acqua limpida e si trova in città, e quella di Sant’Antoni.
Tra le spiagge che invece hanno anche uno spettacolo naturalistico da offrire, consiglio di visitare quella di Cala d’Hort, che si caratterizza per la sabbia candida, le acque limpide e un panorama dominato dagli isolotti a poca distanza dal bagnasciuga. Si tratta di Es Vedranel e Es Vedrà. La spiaggia di Cala Sant Vincent, invece, ha una conformazione così particolare da sembrare una piscina naturale.
Ancora più suggestiva se possibile è la spiaggia di Ses Salines, che si trova all’interno di un parco naturale, dove c’è il vincolo di protezione ambientale e che può essere visitata anche in bicicletta per la sua considerevole estensione. E’ la spiaggia preferita dai VIP, tra quelle più glamour e mondane, provvista di ogni tipo di servizio e non lontana dalla capitale Eivissa.

Le escursioni a Ibiza
Ibiza è anche ricca di luoghi pittoreschi da visitare, come i villaggi di pescatori di Es Canar e San Juan dove è facile trovare prodotti dell’artigianato locale. Interessante la visita alla Necropoli Puig des Molins, oppure il tour in barca o in catamarano per osservare le bellezze dell’isola dal mare e dai cui tuffarsi per fare snorkeling. Diversi poi sono i siti archeologici di epoca fenicia. Non resta dunque che partire per vivere un sogno a occhi aperti nella bellissima Ibiza.

Spostarsi a Ibiza
Un modo comodo per spostarsi a Ibiza è lo scooter, che si può noleggiare, oppure con l’auto. E’ molto efficiente il servizio taxi, anche se un po caro e, per raggiungere le varie spiagge nei mesi estivi, sono attive le navette che passano ogni 10 minuti.

Tecnologia e innovazione avanzata

Da qualche tempo, nel mercato della telefonia mobile si sta sempre di più affermando il noto marchio cinese Xiaomi. I suoi smartphone potenti e all’avanguardia, per molti aspetti simili ai prodotti commercializzati dai più grandi brand internazionali, le hanno fatto acquistare grande notorietà, al punto che c’è già chi l’ha ribattezzata “l’Apple orientale”. Nata dall’ingegno del suo fondatore Lei Jun, nel giro di un paio d’anni ha conquistato il mercato cinese, superando nelle vendite colossi come Samsung e Lenovo e affermandosi come una delle cinque più grandi aziende di telefonia nel mondo.Xiaomi: la telefonia cinese sbarca in Italia

Nel nostro paese, la telefonia cinese ha iniziato a diffondersi grazie al suo imbattibile rapporto qualità prezzo. Marchi famosi come Xiaomi vantano smartphone veloci e innovativi, in grado di garantire prestazioni elevate, paragonabili ad altri celebri prodotti, come ad esempio gli iphone, con la sostanziale differenza di presentare costi decisamente più bassi e convenienti.

Si tratta di cellulari che molto spesso vengono venduti su internet, attraverso negozi specializzati che spediscono in tutto il mondo. Grazie alla scelta di sfruttare il mercato on line, i prodotti Xiaomi sono riusciti ad arrivare velocemente ad un pubblico molto vasto che ha saputo apprezzarne le caratteristiche e lo stile, rendendoli celebri. In mercato italiano non fa eccezione poiché sempre più utenti scelgono di acquistare da brand cinesi, allettati dai prezzi economici e dalle potenti prestazioni decantate.

Un ulteriore punto di forza dei cellulari Xiaomi riguarda il sistema operativo, ovvero una versione speciale di Android, denominata Miui che viene costantemente aggiornata, sulla base dei feedback inviati dai suoi usufruitori.

Smartphone Xiaomi: la mia esperienza personale

Incuriosito dalle molte recensioni positive lette sul web, ho scelto di acquistare personalmente un cellulare Xiaomi, precisamente il modello Redmi 2, attraverso un e-store di mia conoscenza. L’impatto estetico si presenta da subito gradevole, è sottile e leggero, con gli angoli leggermente smussati. Uno dei suoi punti di forza è sicuramente il display ad alta definizione, grazie al quale le immagini appaiono nitide e brillanti. Sono rimasto piacevolmente stupito dal processore, uno snapdragon 401, che si è rivelato abbastanza potente e in grado di supportare anche applicazioni complesse. Tuttavia un punto dolente è la quantità di Ram presente, ovvero solo 1 GB. Il sistema operativo è interessante e dinamico, con aggiornamenti frequenti. In generale rete e telefonia si difendono bene. Nel complesso si tratta di un buon telefono che nulla o quasi, ha da invidiare ad altri cellulari più rinomati. Dopo un paio di mesi di utilizzo, posso confermare la mia opinione positiva su questo smartphone, ancora poco conosciuto ma decisamente prestante.

 

certificazione-energetica (3)

Affidati ad uno studio di professionisti

Mi sono rivolta ad uno studio di professionisti abilitati al rilascio di certificazione energetica circa tre anni fa, lo studio tecnico Lombardi  in occasione dell’alienazione di un immobile di cui ero proprietaria. In realtà, si tratta di un documento di cui dal 2012 bisogna dotarsi obbligatoriamente per legge se si vuole vendere casa, ma, pur sapendone molto poco all’epoca, ho riscontrato una serie di vantaggi.
L’APE, o attestato di prestazione energetica, è un documento che dichiara a quale classe energetica appartiene un immobile. Le classi energetiche, stabilite dall’Unione Europea, sono otto e identificano l’efficienza energetica di un immobile, ovvero la sua capacità di sfruttare l’energia per garantire determinate prestazioni. Se le prestazioni energetiche di un immobile sono alte i consumi saranno più bassi e gli sprechi saranno minori, oltre che più basso l’impatto ambientale. L’appartenenza ad una classe energetica alta certifica che i rendimenti di un’abitazione sono migliori, il che consente ai potenziali acquirenti di prevedere che costo delle bollette energetiche sarà più basso.L’aspetto più conveniente della Certificazione energetica consiste nel fatto che, a seguito di un esame tecnico dettagliato da parte del certificatore, vengono indicati anche gli eventuali interventi di riqualificazione della struttura che potrebbero migliorarne l’efficienza energetica, aumentando il risparmio e dunque il valore dell’immobile. In effetti, dopo aver messo in atto alcuni interventi di ristrutturazione suggeriti dall’agenzia a cui mi sono rivolta, che hanno interessato prevalentemente l’impianto di riscaldamento, il valore della mia abitazione è aumentato e ho potuto venderla ad un prezzo più alto. Inoltre, alcuni interventi di riqualificazione energetica rientrano nel regime di sgravi fiscali previsto dalla normativa vigente per promuovere l’efficienza energetica e aumentare il valore degli immobili a basso impatto ambientale.

L’esame tecnico dell’abitazione da parte del certificazione si svolge in loco (diffidate di chi vi chiede solo documenti e non si reca fisicamente presso la vostra abitazione) e prende in considerazione una serie di elementi quali geolocalizzazione dell’immobile, esposizione alla luce, materiali di costruzione, età, etc. Il certificatore è un professionista esperto in grado di effettuare valutazioni tecniche (in genere un ingegnere, un architetto o geometra), e dunque può stabilire il prezzo del servizio prestato, che normalmente oscilla tra i 150 e i 200€ per un’abitazione urbana, almeno stando alle informazioni che ho raccolto prima di decidere a chi affidarmi. Si tratta comunque di un prezzo accessibile per un servizio che consente notevoli vantaggi sia a chi vende sia a chi acquista, oltre che all’ambiente.

Inconvenienti di viaggio

Viaggiando è possibile vedere nuovi luoghi e conoscere le diverse culture che fanno parte della popolazione di tutto il mondo. Capita però che durante il viaggio si hanno dei piccoli inconvenienti che spesso indispongono il viaggiatore e non permettono di poter proseguire il viaggio come si era programmato. Tra le cause che determinano una vacanza rovinata rientra l’annullamento del volo, in questo caso il passeggero, di cui volo è stato cancellato, può richiedere un risarcimento da parte della compagnia aerea. Bisogna però fare attenzione perché se il volo cancellato è stato però annunciato in tempo, non è possibile richiedere un risarcimento ma semplicemente un rimborso delle spese che si sono affrontate per l’acquisto del biglietto aereo. Se l’inconveniente ha creato dei danni al cliente però il rimborso deve essere eseguito, ed è sempre preferibile rivolgersi agli enti che all’interno dell’aeroporto guidano il viaggiatore nella compilazione dei documenti utili al rimborso. L’agenzia quindi propone al proprio assistito tutti le soluzioni per poter ricevere un compenso pecuniario in base al disturbo che gli è stato arrecato e che distanza avrebbe percorso con il volo che non gli è stato permesso di effettuare. Al termine delle pratiche che devono essere compilate inserendo i dati personali del cliente, i dati del volo e il biglietto acquistato, è possibile richiedere un rimborso da ottenere entro i due anni dalla cancellazione del volo. Quando invece il volo subisce un ritardo, la compagnia aerea deve assistere il proprio cliente affinché l’attesa non diventi estenuante. Se si intende effettuare un reclamo, bisogna sin da subito capire come gestire la situazione e che tipo di documentazione bisogna presentare. Gli inconvenienti quindi durante i viaggi non mancano mai, ma quando si effettua un volo, che esso sia breve o lungo, il bagaglio è fondamentale. Capita però che dopo l’arrivo la valigia venga persa, smarrita o danneggiata, in questi casi l’unica possibilità è affidarsi ad un’agenzia per la tutela del viaggiatore, così da riuscire a capire come, e con quale tempistica, è possibile denunciare il fatto o richiedere un risarcimento. Bisogna sin da subito presentarsi allo sportello “Lost and found”, ovvero lo sportello che si occupa degli oggetti smarriti. L’agenzia per la tutela del viaggiatore si metterà a servizio del cliente aiutandolo a compilare il Pir, e a presentare anche il biglietto aereo e tutti dettagli della valigia, così da poter ritrovare il proprio bagaglio o avere un risarcimento monetario su eventuali danni, dovuti dallo scorretto trasporto, e smarrimento del proprio bagaglio.

intimo-femminile-vetrina

Le novità dell’intimo da donna

Una donna sempre più seducente, consapevole, elegante. E’ quanto emerge una volta scoperte le collezioni primavera / estate e le novità per l’intimo da donna, disegnate dalle più famose griffe di moda.
A dominare è il pizzo, da sempre icona dell’intimo femminile ed in grado di valorizzare appieno l’estetica del corpo di ogni donna, mentre si ritagliano uno deciso spazio i completini a rete. Da segnalare che, dopo i modelli invernali più castigati, tornano alla ribalta i mini dress con scollature mozzafiato al fine di valorizzare al massimo il décolleté.Come detto, nella collezione relativa alla buona stagione oramai alle porte, il pizzo torna protagonista dell’intimo femminile, declinato in numerosi modelli e tipologie di colori, ed in grado di impreziosire slip, tanga, reggiseni, guepiere, calze, reggi calze e abiti. Largo spazio alla tradizione, dunque, perché a prevalere sono i classici senza tempo con le colorazioni nero e bianco, ed accanto ai perizomi e agli slip, tornano in voga anche le culottes a vita molto alta. Alcune griffe hanno puntato forte sulla colorazione oro, al fine di donare luminosità, sensualità e brio alla donna ed al suo intimo.
Le fantasie ricalcano quelle già presentate per l’intimo autunno / inverno 2015: infatti si ritagliano grandissimo spazio le trame floreali e le stelle. E’ in questo che invece si fa sentire la sperimentazione. Di fatti accanto al classicismo rivisitato del pizzo, spuntano calze, slip, reggiseni, vestaglie e completini, caratterizzati dalla freschezza dei fiori proposti in numerose tonalità, oppure da stelle luminose e multi color.
Per la prossima primavera / estate, la donna può quindi svariare tra un intimo particolarmente classico, seducente, affascinante e sempre apprezzato, oppure esprimere la sua freschezza e la sua esuberanza attraverso un intimo particolarmente sbarazzino nei colori e nelle trame.
Novità anche per la notte; infatti questa estate le nuove tendenze prevedono vestaglie corte con profili a contrasto, oltre ai modelli più lunghi da annodare in vita. Si ritagliano uno spazio importante anche gli abiti corti, generalmente in pizzo nero con scollatura americana per le donne amanti di colori più sobri, mentre per coloro che hanno voglia di qualcosa di diverso è il fucsia il colore prediletto, con gli abiti adornati da trasparenze sulla schiena.

Tradizione e innovazione, colori sobri e vivaci, una deciso spazio dedicato al pizzo: sono queste le linee guida principali per l’intimo femminile per i prossimi mesi.

vetrine-store

Arredare con semplicità

Arredare il proprio negozio online
Arredare il proprio negozio può rappresentare una sfida per tanti, specialmente durante la fase del reperimento di tutto l’occorrente necessario per un arredo d’effetto. In questo caso, internet può essere di grande aiuto: scegliere l’attrezzatura del proprio negozio online è semplice e divertente, e permette di confrontare le diverse offerte rintracciando il miglior rapporto qualità/prezzo.
Su internet è possibile trovare siti specializzati nell’arredamento per negozi, per ogni tipologia di esercizio commerciale, con prodotti dai prezzi fortemente competitivi, suddivisi nelle diverse categorie di appartenenza tra le quali è possibile navigare agevolmente. Dai negozi di abbigliamento a quelli di elettrodomestici, da quelli di giocattoli per bambini ai supermercati, online si può trovare l’arredo ideale per qualsiasi punto vendita. Ogni dettaglio del negozio può essere curato nei minimi particolari comodamente seduti a casa propria: manichini, stender, divanetti e banconi cassa, online è reperibile tutto il necessario per allestire la propria attività in grande stile, al giusto prezzo.Come allestire il proprio negozio

L’elemento più importante di ogni negozio è, indubbiamente, la vetrina. Una vetrina ben arredata si configura come un vincente biglietto da visita per i potenziali clienti, che, nel passarci davanti, devono restare piacevolmente colpiti da quello che si prospetta loro. Allestire una vetrina di sicuro successo non significa riempirla di più capi possibili ma renderla scenografica e a tema con il periodo corrente.
La parte interna del negozio dovrà essere il più ordinata possibile: a tale scopo possono venire in soccorso appositi stand e scaffali, da posizionare in modo tale da lasciare libera l’entrata. La merce andrà organizzata in maniera armonica, creando, per esempio, giochi di colore e zone di suddivisione interna, grazie alle quali potranno essere tenute separate le diverse categorie di prodotti.
In ogni negozio che si rispetti un piccolo spazio viene dedicato alle offerte: posizionato in una zona defilata del locale, per dare risalto ai prodotti a prezzo pieno, questo angolo conterrà la merce invenduta, offerta a prezzo scontato.
Infine, una grande importanza riveste il bancone cassa: questo dovrà adattarsi agli spazi a disposizione, in coordinato con gli altri elementi di arredo quali stand e scaffali. Occorrerà scegliere il banco cassa anche a seconda delle esigenze del proprio punto vendita, prestando particolare attenzione alle dimensioni necessarie e ad eventuali optional, come ad esempio un piano girevole per la tastiera di un computer.

neonato

Il mio primo acquisto di abbigliamento per bambino

L’abbigliamento del bambino è qualcosa che va scelto con cura e se volete avere il meglio anche in fatto di novità all’ultima moda allora visitate il sito http://www.fatefollettibaby.it/.
Troverete tutto il necessario per vestire il vostro bambino o bambina ed è il negozio on line ideale dove fare il corredino se siete in dolce attesa.
L’acquisto del primo capo di abbigliamento per il proprio bambino è sempre emozionante ed è per questo che bisogna trovare capi di qualità, che possano adattarsi alla stagione e che garantiscano il comfort necessario al piccolo.
Visitate le varie sezioni per neonati, bambini ma anche per le idee del corredino, per scegliere gli accessori o per fare un regalo.
I capi per bambini che potrete acquistare sul sito sono in materiali con fibre naturali per proteggere la pelle delicata dei piccoli e si adattano per ogni occasione.
Per il neonato potete scegliere tra i body, facili da indossare ma anche tra le tutine, i pagliaccetti e le t-shirt per sentirsi liberi di muoversi ed evitare di soffrire il caldo, soprattutto durante il periodo estivo.
Per le uscite potete passare in rassegna i tanti modelli di pantaloni e camicine anche con il collo alla coreana, oppure le polo abbinabili in completo con i pantaloncini, ma anche le felpe con il cappuccio per la sera.
Per selezionare i capi da scegliere avete a disposizione un menu chiaro e di facile consultazione sulla barra di sinistra, dove scegliere in base al sesso, all’età (0-24 mesi o dai 2 ai 12 anni), oppure selezionare i capi made in Italy di marca delle più quotate aziende di moda bambini.
Per i più piccoli potrete scegliere tra un vasto assortimento di bavaglini, anche creati artigianalmente se amate la preziosità del lavoro fatto a mano.
I bambini appena nati poi vanno protetti con copertine perché hanno tendenzialmente freddo, e qui potrete acquistarne di diverse fogge.
Vi saranno utili sia per avvolgere il bambino, ma anche per coprirlo nella culla o sul passeggino. I materiali sono traspiranti e il tessuto è deliziosamente morbido.
Tra i punti forza del sito c’è la possibilità di avere la spedizione gratuita e la consegna avviene entro 1-2 giorni lavorativi, quindi in tempi estremamente veloci e comodi, direttamente a casa vostra.
In questo periodo poi potete approfittare dei saldi per l’estate e avere uno sconto 20%.
Rinnovate o create il guardaroba per il vostro bambino in vista della partenza per le vacanze e avrete tutto a portata di mano.
Per tenervi sempre aggiornati registratevi al sito e create il vostro account, oppure collegatevi con i vari social network per imperdibili occasioni.

Come raggiungere la Corsica

Da quando la tecnologia ha fatto passi da gigante anche i viaggi risultano più comodi e divertenti, i tempi si sono accorciati di molto ed ora per arrivare alla meta stabilita ci vogliono al massimo qualche ora e non più giorni o mesi come accadeva molti anni fa. Adesso per prendere dei traghetti savona calvi non ci vuole nulla, in poche ore si può sbarcare nel porto di Calvi e godere anche di un fantastico viaggio attraversando il mare blu cristallino del mediterraneo.
Savona è un comune italiano ed è il capoluogo dell’omonima provincia della Liguria, una delle regioni del nord Italia che affaccia quasi completamente sul mare. La città infatti, è situata sulla riviera ligure di ponente proprio dove confluiscono i torrenti Lavanestro e Letimbro.
Il clima sulla zona della Liguria è temperato e tipicamente mediterraneo e con un accenno di influenze continentali verso l’entroterra. L’estate  è moderatamente calda e raramente afosa e per gran parte del periodo il tempo di rivela mite, durante il periodo invernale, invece, si alternano periodi con giornate soleggiate e temperature non molto basse, e periodi più rigidi quando si formano basse pressioni sul golfo di Genova.  Tali sbalzi e cambiamenti provocano forti venti di tramontana scura e a volte nevica fin sulla costa.
Calvi è un comune francese situato nel dipartimento dell’Alta Corsica nella regione della Corsica, si trova sulla parte nord – occidentale della Corsica dove vi è collocata anche la stazione meteorologica di Calvi, riconosciuta anche dall’Organizzazione meteorologica mondiale.
La città è collegata molto bene con il resto dell’isola attraverso una ben organizzata linea ferroviaria, ed inoltre è servita di un porto collegato perfettamente con Nizza, Marsiglia e come città italiana, Savona, infatti molti turisti e viaggiatori provenienti dal nord Italia o da altre città del nord Europa per raggiungere l’isola di Corsica in un modo che non sia l’aereo, il quale costringe i passeggeri ad avere un baglio limitato e a rispettare delle norme, prediligono il traghetto perché non richieste queste restrizioni con il vantaggio di poter attraversare il mare anche con la propria auto senza dover ricorrere a noleggi o taxi una volta sbarcato sull’isola francese.

stamperia

La storia della tipografia

La tipografia è un attività prima artigianale e poi industriale, consiste nel produrre tesi stampati usando delle matrici a rilievi composte da caratteri mobili o dei clichè inchiostrati. Con il termine tipografia si intende oltre all’attività svolta anche l’officina in cui si svolge questa tecnica.
Si potrebbe suddividere il lavoro del tipografo in alcuni essenziali punti, come per prima cosa il disegno dei caratteri tipografici o del clichè, passando poi all’impaginazione dei caratteri sulla pagina, una volta definiti i punti segnati in precedenza si passa alla stampa su un supporto scelto in origine, che sia carta, cartone, pergamena, seta plastica o metallo, bisogna sceglierlo assolutamente prima visto che dal tipo di materiale può incidere il risultato finale, infine, avviene il confezionamento del prodotto che in base alle richieste ha il suo sviluppo, come ad esempio l’imbustatura se si tratta di lettere o rilegatura se si parla di libri e riviste. Tutte queste richieste, assolutamente non banali per avere un risultato più che ottimale sono svolte da persone esperte e che sanno quello che fanno e proprio per questo la tipografia è considerata un arte, chiamata appunto arte tipografica.
Ma la tipografia come molte altre attività artigianali si è trasformata, senza però modificando e dimenticando le proprie origini è riuscita ad evolversi e ad avere un certo pesa nel campo della comunicazione e della pubblicità, trasformandosi molte, in tipografia on line ed espandendo, quindi i propri orizzonti e la propria clientela, dando la possibilità anche a persone che abitano dall’altra parte del mondo di poter stampare da loro con un semplice click e farsi spedire il prodotto finito in qualsiasi parte del mondo lo si voglia.
La tipografia ha una storia antichissima, e l’invenzione della stampa e dei famosi caratteri mobili vengono attribuiti al tedesco Johann Gutenberg, anche se esperti dichiarano che contemporaneamente al tipografo tedesco , anche i cinesi e alcuni italiani utilizzassero delle tecniche simili. La tecnica di Gutemberg consiste nel allineare una serie di prismi metallici dove su ognuno vi è una lettere incisa a rilievo, una volta completato l’assemblaggio della pagina, la matrice viene cosparsa di inchiostro e stampata sulla superficie attraversi un torchio a pressione.

La comodità della nave, direzione Durazzo!

Finite le tutte le festività natalizie, tra cenone di Natale e i fuochi d’artificio di Capodanno, magari c’è chi le ha trascorse nelle mete più calde a godersi il sole dei tropici lontano dal freddo e il gelo della neve che ha colpito proprio il giorno della vigilia di Capodanno, il nostro paese, posandosi anche di qualche centimetro al sud, sulle città del sole, famose per il caldo e il bel tempo, facendo diventare l’Italia uno stivale bianco, ma di tendenza ;).
Passata anche l’epifania, si torna alla vita di tutti i giorni, i giovani ritornano a studiare a scuola e quelli un po’ più grandi ripartono a lavorare, ricordando i circa quindici giorni di feste appena trascorsi, fantastici per la loro lunga durata, ma difficili e complicati da lasciare andare e riprendere la monotonia e la routine di tutti i giorni, pensando già alle prossime feste per trascorrere dei nuovi giorni di festa, in famiglia o in compagnia di amici.
Ma non per tutti le vacanze sono finite, magari per piacere o per lavoro sono ancora in viaggio tra sbarchi e imbarchi di aerei, per andare o tornare da qualche meta lontana da casa propria, magari molto lontana da costringere il viaggiatore a fare un lunghissimo viaggio di ore ed ore, fare scali, limitarsi con i bagagli e portato a rispettare le norme e misure stabilite da ogni singola compagnia aerea, e farle incastrare tra loro visto che molto spesso capiti che chi è in viaggio è obbligato a fare uno o più scali per arrivare alla meta desiderata. È, invece, comodo e molto più efficace un viaggio in nave o traghetto, utile soprattutto perché il viaggiatore non è costretto a rispettare un peso minimo e specifico, può partire in auto e una volta arrivati al porto può tranquillamente partire senza dover aspettare e sperare nell’arrivo di un taxi.
Tra le tante tratte utili per i navigatori una veramente comoda e ottima è il collegamento con il nord Italia e Durazzo in Albania, da tutte le regioni dell’Italia settentrionale possono arrivare in Albania senza dover prendere un aereo ed evitare, così, scali e tutte le altre limitazioni che un volo comprende, semplicemente, arrivando in treno o in auto, ci si può imbarcare nel porto di Trieste, con tutto ciò di cui si ha bisogno, dalle illimitate valigie, senza pagare more o altro, e addirittura si ci si può imbarcare con la stessa auto con cui si è arrivati al porto, evitando, così, di pagare spese aggiuntive di parcheggio per tutta la durata della permanenza fuori città, e vogliamo mettere anche la comodità di arrivare al porto e partire subito con l’auto senza dover sperare nell’arrivo di un taxi e avere altre spese di trasporto per ogni piccolo o grande spostamento giornaliero.